Midnight sun di Stephenie Meyer

“Le prometto che non farò mai nulla per ferirla. Pronunciai quelle parole sentendole con una forza assoluta -avrei fatto di tutto perché Bella continuasse ad essere felice e al sicuro -, ma il mio timore era che non fossero vere. (…) I chicchi della melagrana e il mio mondo infernale. Non ero appena stato testimone di un brutale esempio di quanto il mio mondo potesse essere sbagliato per lei? E lei giaceva lì, spezzata, per colpa di questo. Di certo, il più grande male possibile sarebbe stato tenerla con me.”

I lettori che si erano appassionati alla saga di Twilight, non possono che lasciarsi trasportare da questo nuovo libro che vede la stessa storia raccontata da un piano diverso.

Stephenie Meyer in “Midnight sun” (Fazi) fa descrivere al “cattivo” (o meglio, bello e dannato) la sua versione dei fatti.

È Edward Cullen, infatti, a raccontarci le sue emozioni e le sue sensazioni nell’incontrare Bella Swan. Un racconto al contrario per chi aveva già avuto il piacere di leggere i libri precedenti, ma anche una storia d’amore adolescenziale e impossibile che si può gustare una pagina dopo l’altra.

I lettori sono immersi in atmosfere surreali da un lato e molto umane dall’altro. L’amore, la rabbia e la paura accompagnano i due protagonisti che diventano uno il prolungamento dell’altra.

Riuscirà il giovane vampiro a trattenersi dal fare del male alla sua amata umana? Si avvereranno le profezie di Alice Cullen? Chi conosce la trama si trova a guardarla da un punto di vista diverso, mentre chi la scopre per la prima volta troverà piacevole perdersi in questa storia tanto complessa quanto romantica.

“Non ero ancora sicuro di questa nuova versione di me; l’estasi violenta che pervadeva ogni mia cellula sembrava insostenibile a lungo andare. Eppure, non sarei mai voluto ritornare al vecchio me. Quell’Edward sembrava incompiuto, incompleto. Come se ne mancasse una metà”.

Sveva Assembri

© Riproduzione Riservata