Nessuno è imperfetto. La rivincita dei diversi di Vladimiro Polchi

“Conduci la vita con amore e tutto il resto seguirà.” Winnie Harlow

Una conquista ha dietro una fatica.

“Nessuno è imperfetto. La rivincita dei diversi” di Vladimiro Polchi (DeAgostini) è il racconto di 30 personaggi che nonostante un’imperfezione, più o meno grave, fisica o caratteriale, hanno accettato e superato la difficoltà raggiungendo sogni e successi.

Guerrieri del passato e del presente perché la storia è costellata di personaggi che hanno raggiunto un riscatto, sfidando pregiudizi e limiti personali di malattie anche invalidanti.

Agata, Albert, Antonio, Emiliano, Emma, Maria, Paola, Susanna… nomi comuni. Prima bambini e poi?   Sicuramente sarete sorpresi di trovare tra di essi un poeta storico, un genio della fisica, un regista, una modella, un politico, attori, musicisti, cantanti, sportivi. E poi altri ancora, forse un po’ di noi.

Lasciate scorrere gli occhi attraverso le loro storie. Hanno combattuto, sono affogati e poi sono riemersi dalla anoressia, dalla schizofrenia, dalla dislessia ma anche da malformazioni fisiche dalla nascita e non.

E c’è chi, forte dell’esperienza, vuole diventare avvocato per difendere le ingiustizie.

E c’è chi, del difetto fisico, ne ha fatto un’arte.

“Il vostro tempo è limitato, perciò non sprecatelo vivendo la vita di qualcun altro… Solo quelli abbastanza folli da pensare di cambiare il mondo, lo cambiano davvero” Steve Jobs

E allora che siate un lettore giovane o adulto, fate vostri gli aforismi di queste forti personalità che dimostrano che la strada più difficile, affrontata con forza e valore, porta ad ottenere risultati e successi inaspettati. Le diversità diventano pregi nella loro unicità.

Siamo individui speciali, perfetti nelle nostre imperfezioni.

“I limiti sono solo negli occhi di chi ci guarda” Simona Atzori

Monikat

© Riproduzione Riservata