Le rughe del sorriso di Carmine Abate

“La nivura sparita aveva messo le ali come una rondinella” Appartengono a Sahra “Le rughe del sorriso” di Carmine Abate (Mondadori) incontrate dallo stesso autore a Roma durante una manifestazione realmente avvenuta, dalla quale la fantasia dell’autore ha generato la vicenda narrata da Antonio, insegnante di Spillace, borgo calabrese affacciato sulle montagne del versante ionico Leggi di piùLe rughe del sorriso di Carmine Abate[…]

Che cosa c’è da ridere di Federico Baccomo

di Stefania Nascimbeni “Immagina una stanza spoglia, molto ampia e illuminata. In questa stanza, la mattina presto, centinaia di persone sono state radunate per essere spedite lontano, in un altro paese, dove saranno ammazzate. Ora, però, la stanza ha cambiato aspetto. Il terrore ha lasciato il posto a un’atmosfera dolce di attesa, sulle panche uomini e Leggi di piùChe cosa c’è da ridere di Federico Baccomo[…]

Fiore di roccia di Ilaria Tuti

L’Orcolat si era risvegliato, scrollandosi di dosso l’umanità, la terra ha tremato, la donna ha alzato lo sguardo alle cime cercando un’abitudine mai estirpata. Agata è tornata in Carnia, è anziana ma la memoria è aggrappata ancora là in alto in cima al Pal. La stella alpina è il “Fiore di roccia” di Ilaria Tuti Leggi di piùFiore di roccia di Ilaria Tuti[…]