Il vizio della solitudine di Raul Montanari

“A volte, dal fondo di una voragine di smarrimento e disperazione sento salire un’euforia misteriosa, inesplicabile, come se solo in quel momento avessi raggiunto il mio vero posto sulla terra”   “Il vizio della solitudine” di Raul Montanari (Baldini+Castoldi) riduttivo definirlo un noir. Ci sono contaminazioni di giallo e rosa. La suspense è assicurata.   Leggi di piùIl vizio della solitudine di Raul Montanari[…]

Il ritardo di Gabriella Pirazzini

“Il ritardo” di Gabriella Pirazzini (Giraldi Editore) è un libro incalzante che lascia senza fiato in un andirivieni temporale, tra passato e presente. Come scrive la giornalista Isa Grassano nella prefazione è “…un fato beffardo. Ricordi infranti che si infilano nella pelle come una scheggia di vetro”.   Ogni capitolo è introdotto da una poesia. Leggi di piùIl ritardo di Gabriella Pirazzini[…]

Tutto a posto tranne l’amore di Anna Premoli

“L’uomo impara sempre a vivere quando è troppo tardi” Alda Merini. Il detto che dice “La minestra riscaldata non è mai buona… figuriamoci in amore” vale da sempre se non si è in lockdown e attanagliati dal desiderio di cucinare e impastare qualsiasi ricetta, basta mangiare. Anna Premoli in ”Tutto a posto tranne l’amore (Newton Leggi di piùTutto a posto tranne l’amore di Anna Premoli[…]

Fiore d’agave, fiore di scimmia di Irene Chias

Adelaide è una quarantenne scrittrice con alle spalle due romanzi distopici. Max, il suo agente, le chiede un romanzo femminile pregno di sicilitudine, di passioni del sud, di arcani misteri di famiglia, di tradimenti inconfessati.   In “Fiore d’agave, fiore di scimmia” di Irene Chias (Laurana Editore) la protagonista ha le idee chiare sul titolo Leggi di piùFiore d’agave, fiore di scimmia di Irene Chias[…]

Il nido delle cicale di Anna Martellato

“Il sussurro del lago sale su oltre la macchia e le cicale friniscono in estate tra la corteccia di cedri e cipressi” ed è lì Il nido delle cicale di Anna Martellato (Giunti). Ma c’è un altro nido. Quella casa perfetta costruita da Alessio, architetto di successo, a Stoccarda dove convive da qualche anno con Leggi di piùIl nido delle cicale di Anna Martellato[…]

L’ora più fredda di Paolo Paci

“La storia dell’alpinismo è una storia di uomini” Una baita da ristrutturare all’alpe Roncone, pietra dopo pietra, può curare l’anima di un uomo e al contempo può essere magica per gli occhi di una donna. È piacevole scalare la montagna stando comodamente seduti a leggere “L’ora più fredda” di Paolo Paci (Solferino). Con i coadiutori Leggi di piùL’ora più fredda di Paolo Paci[…]

Teresa Papavero e lo scheletro nell’intercapedine di Chiara Moscardelli

Strangolagalli è un ameno borgo con poco più di duemila anime. Da quando Teresa Papavero è diventata famosa, ed ospite fissa del programma “Dove sei?”, in paese arrivano curiosi e turisti. Il B&B di Teresa è in ristrutturazione: nuova insegna “Le combattenti”, pareti rosa con fenicotteri. Ci sono Gina Capperi la socia, Antonia la bibliotecaria, Leggi di piùTeresa Papavero e lo scheletro nell’intercapedine di Chiara Moscardelli[…]

Disegnavo pappagalli verdi alla fermata del metrò.La storia di Ahmed Malis di Nicoletta Bortolotti

“Disegnavo pappagalli verdi alla fermata del metrò” (Giunti) è La storia di Ahmed Malis narrata da lui stesso per mano della poetica scrittura di Nicoletta Bortolotti. L’autrice, nella sua bibliografia, ha all’attivo storie per ragazzi ed adulti. Così un giorno incontra Ahmed, un ragazzo diciannovenne di origine egiziana immigrato a Milano, che vive nei palazzi Leggi di piùDisegnavo pappagalli verdi alla fermata del metrò.La storia di Ahmed Malis di Nicoletta Bortolotti[…]

Il mostro con gli occhi rossi e altre storie di AA.VV.

“Chi ha tempo non aspetti tempo!” era il motto degli adulti che passavano la maggior parte della giornata chiusi in ufficio a lavorare e che tornavano a casa solo la sera. Tutto questo accadeva prima de “Il mostro con gli occhi rossi e altre storie” (Morellini Editore), una raccolta di brevi favole, per lo più Leggi di piùIl mostro con gli occhi rossi e altre storie di AA.VV.[…]

E qualcosa rimane di Nicoletta Bortolotti

“e qualcosa rimane tra le pagine chiare e le pagine scure…” cantava De Gregori in quegli anni in cui due sorelle vivono l’infanzia nella casa di Lego nel racconto “E qualcosa rimane” di Nicoletta Bortolotti (Besa Muci). Margherita e Viola così diverse tra loro, il cognome in comune e cos’altro… Una ha capelli senza forma, Leggi di piùE qualcosa rimane di Nicoletta Bortolotti[…]