Coco Chanel, una donna del nostro tempo di Annarita Briganti

di Stefania Nascimbeni “La vita è un enigma.” “La gente crede che io abbia trovato tutte le porte aperte, ma la verità è che le ho spalancate!” “La moda passa, lo stile resta.” Questi sono solo alcuni degli aforismi più celebri di Coco Chanel, al secolo Mademoiselle Gabrielle Bonheur “Coco” Chanel. Una delle donne più Leggi di piùCoco Chanel, una donna del nostro tempo di Annarita Briganti[…]

Oggi faccio azzurro di Daria Bignardi

La Voce gongola: “Anche Vasilij adorava i proverbi e i modi di dire, come tutti i russi. E anche lui dopo quindici anni in Germania li sbagliava ancora. Il suo preferito era Gestern hat blau gemacht, Ieri ha fatto azzurro”. “Cosa vuol dire?” chiedo. “E’ un modo di dire tedesco che viene dal Medioevo, quando Leggi di piùOggi faccio azzurro di Daria Bignardi[…]

Ombre sul Naviglio di Rosa Teruzzi

“L’amore porta a galla le ferite” Sesta avventura per le improvvisate investigatrici “Sciure in gialt” che erano rimaste con il mistero della banda di rapinatori, con otto colpi messi a segno,  travestiti da Zorro, Fata Turchina e Gatto con gli Stivali. Ritroviamo Libera e Iole in trasferta a Cesenatico alla ricerca di indizi, difficili da Leggi di piùOmbre sul Naviglio di Rosa Teruzzi[…]

La stagione più crudele di Chiara Deiana

“Il segreto rimane chiuso dentro non per mancanza di uno che lo racconti ma per mancanza di un orecchio che sappia ascoltare” S. King. Per Asia l’inverno e l’estate sono due vite separate. È l’estate dei dodici anni, quell’età di passaggio. Inizio anni Novanta, i Nirvana nelle cuffie, e il tempo da trascorrere in campagna Leggi di piùLa stagione più crudele di Chiara Deiana[…]

L’inferno su Roma di Alberto Angela

di Stefania Nascimbeni “Roma, 18 luglio 64 d. C.  È sera tardi e dal soppalco di un magazzino sotto le arcate del Circo Massimo precipita una lucerna accesa. In un attimo le fiamme iniziano a divorare tutto ciò che toccano, come una belva feroce. È iniziata la fine di Roma…” Alberto Angela continua a raccontarci del Leggi di piùL’inferno su Roma di Alberto Angela[…]

Muori per me di Elisabetta Cametti

Chi è davvero la famosa blogger Ginevra Puccini? Perché ha abbandonato la sua famiglia e il suo nome per iniziare una nuova sfavillante carriera? Fama, successo, milioni di follower seguono la donna in ogni sua novità, mentre la famiglia si disgrega e languisce tra le montagne senza avere più nessuna informazione su di lei. Per Leggi di piùMuori per me di Elisabetta Cametti[…]

999 L’origine di Carlo Adolfo Martigli

di Stefania Nascimbeni “999 L’origine”(Mondadori), è l’ultimo romanzo di Carlo Adolfo Martigli, una sorta di sequel del suo primo grande successo internazionale, “999 L’ultimo Custode”. Da sempre considerato il Codice da Vinci italiano, lo scrittore toscano torna con una nuova storia, un mistery fantasy storico ambientato tra i giorni nostri e il 40 d. C., circa, Leggi di più999 L’origine di Carlo Adolfo Martigli[…]

Il vizio della solitudine di Raul Montanari

“A volte, dal fondo di una voragine di smarrimento e disperazione sento salire un’euforia misteriosa, inesplicabile, come se solo in quel momento avessi raggiunto il mio vero posto sulla terra”   “Il vizio della solitudine” di Raul Montanari (Baldini+Castoldi) riduttivo definirlo un noir. Ci sono contaminazioni di giallo e rosa. La suspense è assicurata.   Leggi di piùIl vizio della solitudine di Raul Montanari[…]

Quando le montagne cantano di Nguyen Phan Que Mai

Una saga familiare che accompagna il lettore nella storia del Vietnam dal 1930 fino quasi ai giorni nostri. Attraverso le vicende raccontate con la voce di Dieu Lan e della nipote, la scrittrice esordiente Nguyen Phan Que Mai in “Quando le montagne cantano” (Editrice Nord) trascina in una storia commovente e tragica. Una famiglia separata Leggi di piùQuando le montagne cantano di Nguyen Phan Que Mai[…]

Il ritardo di Gabriella Pirazzini

“Il ritardo” di Gabriella Pirazzini (Giraldi Editore) è un libro incalzante che lascia senza fiato in un andirivieni temporale, tra passato e presente. Come scrive la giornalista Isa Grassano nella prefazione è “…un fato beffardo. Ricordi infranti che si infilano nella pelle come una scheggia di vetro”.   Ogni capitolo è introdotto da una poesia. Leggi di piùIl ritardo di Gabriella Pirazzini[…]